Luce è colore

Cos’è la luce?

Studi, trattati e pubblicazioni spiegano ampiamente il fenomeno.

Quello che ha interessato noi, nel caso specifico, e che ci ha portato all’elaborazione del progetto “Luce è Colore” è, appunto, la definizione di luce come colore. È vero, il colore è pigmento ma anche onda elettromagnetica tanto quanto la luce.

Funziona più o meno così: le frequenze delle radiazioni elettromagnetiche sono suddivise in bande all’interno dello spettro elettromagnetico. L’occhio umano riesce a percepire solo alcune frequenze, quelle contenute all’interno del cosiddetto spettro del visibile e che sono alla base della percezione del colore. Ad ogni frequenza, infatti, corrisponde un colore. I colori percepiti sono quelli dell’arcobaleno: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e violetto. Fra queste frequenze è presente un’onda elettromagnetica che altro non è che la luce.

Partendo da questo presupposto e affrontando i temi legati a quelli che sono gli effetti della luce e del colore sull’uomo a livello emozionale, comportamentale e fisiologico, ci siamo chieste: “cosa accadrebbe se dai lampioni, fonti luminose per eccellenza delle nostre città, paesi, strade e vicoli, la luce emessa fosse un arcobaleno? “

Gli studi sugli effetti della luce sull’uomo ci danno indicazioni di come una luce fredda, quella che tende al bianco, ci renda svegli e attivi e di come una luce calda, quella tendente al giallo, ci rilassi.

Gli studi sul colore, invece, ci raccontano di come il rosso ci renda energici, l’arancione ottimisti, il giallo lucidi, di come il verde riesca a calmarci e il blu a rilassarci, di come l’indaco favorisca le capacità intuitive e il violetto alimenti la nostra spiritualità.

Bene, vi siete mai chiesti quale potrebbe essere la risultante di tutte queste sensazioni provate contemporaneamente? Come reagirebbe la nostra psiche? E il nostro corpo?

“Luce è Colore” vuole essere un’esortazione nell’indagare quale sia l’influenza che questi due elementi hanno su ognuno, uno stimolo per la nostra immaginazione, una provocazione quasi “futurista”, una visione un po’ “pop” del mondo che ci ritroviamo a vivere.

  

Post a Comment